Modella con acconciatura ad alveare
Hairstyling | Acconciature anni 60

L’acconciatura beehive

L’acconciatura beehive è chiamata così proprio perché la sua forma richiama un alveare (beehive in inglese). Uno stile in voga negli anni 60, interpretata anche da Audrey Hepburn, ma che non ha perso il proprio elegante fascino. Perché non provare, magari per un'occasione particolare? Per creare quest’acconciatura i capelli dovrebbero essere lunghi almeno fino alle spalle.

Acconciatura beehive interpretata in stile casual
© Fairchild Archive

Prova anche tu!

L'acconciatura ad alveare si è arricchita nel corso del tempo di diverse interpretazioni e varianti, che meglio si adattano allo stile contemporaneo. La perfezione è raramente di moda, e molte donne preferiscono oggi un elegante scomposto, un look volutamente (a volte non troppo) scompigliato, che però abbia un suo perché, che doni stile ed originalità. Ti suggeriamo la nostra idea del beehive, che puoi realizzare da sola a casa:

 

 

 

 

  1. Utilizza un pettine a coda per sistemare i capelli sui lati, ripartendoli attorno al centro del capo per una grandezza pari circa a quella di un piatto da dessert
  2. Cotona le ciocche di capelli ai lati ad una ad una utilizzando della lacca per avere più presa e maneggevolezza sui capelli voluminosi
  3. Utilizza una spazzola modellante (simile ad un pettine, ma con le setole) solamente nella parte esterna dei capelli per farli sembrare più morbidi, prestando attenzione a non rovinare la cotonatura in corso
  4. Raccogli ora le punte del capello cotonato, piegandole verso l’interno e assicurandole con una forcina sulla parte più bassa della testa, nella zona del collo
  5. Raccogli ora anche le ciocche laterali e quelle del collo fissandole sempre nella parte posteriore della vostra testa, aiutandoti con delle forcine se necessario
  6. Cotona leggermente la parte anteriore della testa e sistema i capelli casualmente attorno al volto o al massimo dietro alle orecchie, in base allo stile che più ti piace.